CASA-MUSEO: UN LUOGO DI MEMORIE

“.. non sono i muri, né il soffitto né il pavimento che danno carattere alla casa, ma gli esseri che la rendono viva con la loro conversazione, le loro risate, i loro amori e risentimenti ..”
(Ernesto Sabato)

Diventano case museo quegli spazi che sono stati abitati da personaggi famosi, pubblici o rilevanti dal punto di vista culturale, politico o sociale.
Esistono case museo dedicate a pittori, scrittori, musicisti, politici, santi, …
La nascita di una casa museo avviene in seguito alla donazione dell’edificio da parte di un discendente o, più comunemente, al suo acquisto da parte di una istituzione pubblica al fine di convertirla in un luogo espositivo e di memoria.
Gli aneddoti biografici, gli arredi e gli oggetti di uso personale e di vita quotidiana entrano a far parte del percorso espositivo insieme alle collezioni private possedute dal proprietario della casa.
La casa permette di vedere le opere in un preciso contesto storico, quello del tempo in cui era abitata.
I visitatori non sono semplici spettatori, ma sono ospiti in un luogo amichevole, familiare e a loro comprensibile, poiché l’abitare è un’esperienza che appartiene a tutti e si riesce a fruire di questa tipologia di museo con la sicurezza di capirne le stanze .

LE SERATE MUSICALI DI CASA BOSCHI DI STEFANO

Le “serate musicali” offerte dai coniugi Boschi nella loro casa sono rimaste nella memoria. Così è nata l’idea della Fondazione Boschi Di Stefano di riproporre quel “clima” ai giorni nostri con alcuni concerti: da un lato con lo scopo di far vivere la casa, come se fosse ancora abitata dai due collezionisti; dall’altro suggerire maggiori relazioni e corrispondenze fra musica e arti figurative nel periodo in cui la collezione si è formata, attraverso musiche da camera del Novecento di diversa provenienza e generi.05_01

INDOVINA CHI VIENE A CASA – VISITE TEATRALIZZATE AL MUSEO BAGATTI-VALSECCHI

Due attori, interpretando Fausto, padrone di casa e progettista, e la sua portinaia, conducono i visitatori alla scoperta dell’abitazione. Una guida sarà senz’altro in grado di spiegarvi nel dettaglio le
caratteristiche della Casa Museo Bagatti Valsecchi, ma nessuno al mondo potrà farlo meglio di chi qui dentro ci ha vissuto.dramatra3296_g

Fonti:

articolo su case museo a cura di Rosanna Pavoni

museo bagatti valsecchi

fondazione boschi di stefano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...