L’anziano come risorsa

ciro-nonno-e-nipotiLa partecipazione contemporanea dei ragazzi e degli anziani risulta produttiva per entrambe le categorie. Esistono tanti esempi in particolare le attività della città di Forbicine in provincia di Modena.

Romana Donadelli, la responsabile dei progetti dell’Opera Pia con le scuole  spiega che l obiettivo è dimostrare che la struttura di organizzazione nn è chiusa. Anziani possono essere ancora utili, avendo in loro tante risorse. Un secondo messaggio che intendono trasmettere ai giovani è la memoria storica. I benefici sono per entrambi.

A maggio ha visto la luce un orto, realizzato assieme da bambini e anziani. «Ho lavorato la terra per 40 anni – ha raccontato Bruna, una delle anime del progetto – poi ho deciso di mettere a disposizione la mia esperienza». «È stata in prima linea – ha garantito Romana – trasmettendo ai ragazzi il suo sapere».

L’orto è stata un po’ una rivelazione anche per gli stessi organizzatori. Il progetto “Antichi Mestieri”, dal 2009 al 2014, aveva riguardato soprattutto la ceramica e i risultati si vedono sui muri della sala mensa, nel corridoio e nel terrazzo dove troviamo tante mattonelle. A lavorarle sono stati gli stessi studenti coinvolti, assieme agli insegnanti dell’Opera Pia. Per i più piccoli è stata spesso una piacevole scoperta. Alcuni, quasi timorosi di entrare, alla fine non desideravano più uscire. C’è stato anche chi era stato coinvolto già dalle elementari con il progetto “L’anziano come risorsa”.

«Per alcuni è stato un ritorno – ha garantito Romana – e dicevano contenti: “Siamo già stati qui!”. È stata una soddisfazione». “L’anziano come risorsa” è nato prima degli “Antichi Mestieri” ed è rivolto agli alunni delle materne e delle primarie.

Un altro esempio sono le scuole: Loris Malaguzzi,  Natalia Ginzburg e Sergio Neri che hanno ripreso l’animatrice – i bimbi sono stati coinvolti nelle loro classi con storie, disegni e filastrocche. I disegni e i racconti per bambini hanno aiutato gli anziani ad aprirsi. Come dice Ligabue, l’anziano è una miniera, un tesoro da valorizzare».

Per l’anno prossimo è già previsto anche il ritorno alla ceramica. «Tra settembre e ottobre l’ufficio istruzione ci comunicherà le adesioni – ha concluso Romana – allora inizieremo, come ogni anno, a programmare insieme i percorsi. Per “Antichi Mestieri” è prevista la conclusione intorno a maggio all’Opera Pia. Per gli aderenti al progetto “L’anziano come risorsa” i tempi saranno diversi e potranno essere più brevi. Non è previsto

un lavoro finale, ci potranno essere classi che finiscono a marzo. C’è anche un limite alle classi che si possono iscrivere». I progetti con l’Opera Pia Castiglioni sono inseriti nel Piano del diritto allo studio, finanziato lo scorso gennaio dal Comune con oltre quattro milioni di euro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...