Identità visive

La comunicazione dei beni culturali è l’insieme dei mezzi comunicativi utili a descrivere, raccontare un’iniziativa, installazione o mostra di tipo culturale o di istruzione. Ne fanno parte tutti prodotti grafici e multimediali per informare, coinvolgere e attrarre i visitatori. È fondamentale che ogni prodotto comunicativo, cartaceo e non, sia relazionabile agli altri prodotti, e che esso riproduca “l’essenza” e lo stile del museo/mostra per cui è stato creato. Ogni prodotto comunicativo inoltre deve essere di facile e immediata comprensione per ogni fruitore, incuriosire e motivare la visita.

Esistono vari tipi di prodotti comunicativi, a seconda del loro utilizzo: per promuovere o pubblicizzare un’iniziativa culturale (pre-visita) vengono usati manifesti, locandine, volantini o banner multimediali; per coinvolgere e integrare il visitatore una volta raggiunto il luogo in cui si trova la mostra si usano pannelli multimediali e non, cartellonistica e scritte informative (durante la visita); gadget di vario tipo, abbigliamento e feedback multimediali si usano generalmente per dare la possibilità al visitatore di “portarsi a casa qualcosa” (post-visita) e condividere la propria esperienza in vari modi con altri possibili visitatori futuri, generando a sua volta interesse e pubblicità.

Van Gogh Museum – Amsterdam

Van Gogh’s Brush Stroke by Knoeweiden Postma, 2011

Fondato nel 1973 ad Amsterdam, il Van Gogh Museum conserva più di 200 dipinti, disegni e lettere di Vincent Van Gogh, ed è visitato da oltre 1,5 milioni di persone ogni anno. Nel 2011 il museo ha introdotto una nuova corporate identity progettata dallo studio Knoeweiden Postma.

La nuova immagine coordinata è costruita attorno al pittore e alle sue pennellate caratteristiche, e all’ampio uso di colori come blu e giallo, e ad alcune frasi e citazioni dalle lettere di Van Gogh.  I tratti di pennello (definite “footprint”) sono un simbolo noto a tutti, rappresentano l’identità stessa dell’artista e sono presenti in ogni suo quadro, dai campi di grano alle scie luminose nel cielo di “Notte stellata”.

 

 

Il nuovo logo è un quadrato ispirato alla forma dell’edificio di Rietveld, sede della mostra permanente: “E’ un timbro con cui vogliamo marchiare ogni cosa che facciamo” ha dichiarato Alex Rüger, il direttore del museo. Il testo è inserito in un quadrato nero ed è giustificato a destra, cosa insolita, ma che tuttavia garantisce un certo ritmo alla scritta grazie anche alla diversa lunghezza delle tre parole. Il font Gotham Round senza grazie e gli elementi terminali di ogni lettera sembrano quasi ricordare e imitare l’andamento della texture “footprint” che ricorre in ogni elemento e oggetto del museo.

I pensieri e le citazioni più famose di Van Gogh come “the painting comes to me as if in a dream” sono stati usati su manifesti, borse, gadget, packaging, cartellonistica e brochures del museo. Tubi per poster e borse colorate ”brandizzate” sono ormai una visione familiare nelle vicinanze del museo e nell’intera città di Amsterdam: ne vengono venduti infatti circa 300.000 l’anno.

Personalmente trovo questa corporate identity molto efficace dal punto di vista comunicativo, in quanto si lega perfettamente all’essenza del museo e all’idea che esso vuole dare alle sue mostre, ovvero renderle più vicine e coinvolgenti possibili per i fruitori. Grazie all’insieme di forme, colori e frasi, ogni visitatore potrà entrare in stretto contatto con la storia personale di Van Gogh e dei suoi quadri oppure, se ancora non ha visitato il museo, rimanere piacevolmente colpito e incuriosito da manifesti e locandine sparsi per la città di Amsterdam.

TATE – UK

Dotted Logo by North, 2016

Il rinnovamento della nuova identità grafica coincide con l’apertura del nuovo edificio del Tate Modern nel giugno 2016. Il “sistema Tate” comprende infatti 4 musei: oltre il Tate Modern (arte moderna e contemporanea a livello internazionale), troviamo il Tate Britain (arte inglese dal 1500 ad oggi), il Tate Liverpool (arte moderna e contemporanea, inglese e internazionale) e il Tate St Ives (arte moderna inglese).

tate_2016_logo

La vecchia corporate identity comprendeva più di 75 varianti del logo e delle sue applicazioni, risultando in conclusione troppo caotica e dispersiva. Si è provveduto quindi alla realizzazione del nuovo logo e della nuova immagine coordinata. Il nuovo logo formato da 340 punti di grandezze differenti incorpora e sintetizza ogni variante del precedente, mantenendo comunque la sfocatura e l’irregolarità del testo. “Volevamo creare un logo che fosse riconoscibile come il logo del Tate, ma che fosse usato in modo più dinamico e che fosse più efficace nel mondo digitale” ha dichiarato Stephen Gilmore, membro di North; il logo infatti vuole rappresentare al meglio l’audacia e l’originalità dell’arte contemporanea.

Il logo crea ed è creato da una texture di punti adattabili ad ogni tipo di prodotto comunicativo: manifesti, volantini, borse, gadget, biglietti, spillette e abbigliamento vengono ricoperti da nuvole di punti, che altro non sono se non parti del logo ingrandito, quindi parti del museo stesso. Ogni dipendente e ogni visitatore può riconoscere immediatamente tutti i prodotti “firmati Tate” e indossarne qualcuno. Penso che questa corporate identity sia perfetta per una galleria di arte contemporanea come il Tate: il confine tra logo e texture è talmente labile e versatile che rende questa grafica dinamica e adattabile a tutti i contesti e prodotti del museo, e immediatamente riconoscibile e comprensibile da ogni visitatore.

Bibliografia e sitografia

Cinzia Ferrara (2007) La comunicazione dei beni culturali. Il progetto dell’identità visiva di musei, siti archeologici, luoghi della cultura, Lupetti, collana *Design

Van Gogh Museum https://www.vangoghmuseum.nl/en

Tate http://www.tate.org.uk/

Brand New http://www.underconsideration.com/brandnew/

North https://www.instagram.com/northdesign_/

 

Althea Pellegrino, gruppo 03 – Comunicazione dei beni culturali

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...